Tisana e acqua alla liquirizia

L’acqua alla liquirizia è una bevanda dissetante, al pari della tisana, che possiamo consumare come il tè verde.

Per le sue proprietà rinfrescanti l’acqua alla liquirizia, così come la tisana, è vivamente consigliata nei mesi caldi per i suoi benefici sulla pressione arteriosa, rimedio per chi soffre di cali di pressione così come di difficile digestione.

La liquirizia è una pianta perenne della famiglia delle leguminose, distribuita dall’Asia orientale all’Europa.

Contiene glicirrizina e altri componenti funzionali ed è utilizzato sia nei prodotti farmaceutici che negli alimenti salutari.

Questi composti contenuti nella liquirizia possono proteggere il colesterolo LDL dall’ossidazione, inibire gli enzimi ciclossigenasi e lipossigenasi, inibire la perossidazione lipidica o avere attività antivirale e antitumorale.

La radice di liquirizia, nota nella regione asiatica da circa 5000 anni e citata dai primi erbari di medicina cinese, è un rimedio del tutto naturale contro tosse e intossicazioni alimentari.

acqua alla liquirizia

Bere dell’acqua alla liquirizia oppure la tisana, aiuta efficacemente il nostro processo digestivo, un fattore determinante nell’affrontare le ondate di caldo estive.

Conosciuta e largamente consumata nella cultura degli indiani d’America per scopi medicinali l’infuso o l’acqua alla liquirizia, così come la radice naturale veniva usata per il trattamento delle ulcere.

La liquirizia, grazie al suo contenuto di flavonoidi, gode di proprietà antispasmodiche e lassative.

I flavonoidi, altresì, estendono l’attività della vitamina C, agiscono come antiossidanti, proteggono il colesterolo LDL dall’ossidazione, inibiscono l’aggregazione piastrinica e agiscono come agenti antinfiammatori e antitumorali.

Nel dettaglio, l’acqua alla liquirizia, il suo infuso, ha un’azione antinfiammatoria e viene usata per trattare la psoriasi e le infiammazioni della bocca.

Diuretica e depurativa, l’acqua alla liquirizia può essere consumata come depurativo dopo una notte in cui s’è alzato un po’ il gomito, poiché aiuta il fegato a depurarsi da un eccesso di alcol.

L’alcol surriscalda l’organismo, e per mantenere la temperatura adeguata e il giusto livello di volume del sangue si consiglia di bere molta acqua, in particolare l’acqua alla liquirizia per evitare anche che la pressione scenda troppo.

Leggi anche:  Acqua al rosmarino: benefici

 

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *