L’importanza del sonno negli atleti

L’importanza del sonno negli atleti, nel processo di recupero e nelle prestazioni è una branca del sapere scientifico che vede una notevole implementazione nei tempi recenti.

La ricerca sull’importanza del sonno negli atleti è cresciuta considerevolmente nell’ultimo decennio, permettendo così, di comprendere meglio le sfumature, le sfide e i problemi relativi al modo in cui gli atleti dormono e fornire alcune informazioni sulle aree in cui è possibile apportare miglioramenti.

importanza del sonno negli atleti

Le nuove tecnologie permettono un monitoraggio del sonno accurato, nel dettaglio, i tracker del sonno come dispositivi indossabili e nearable sono uno di questi strumenti di cui s’è assistito alla crescita più significativa nel mercato della misurazione del sonno.

salutebuongiorno canale youtube

Questi di solito includono piccoli dispositivi posizionati sul polso, sul dito, sulla testa o sul torace che registrano il movimento in funzione del tempo.

importanza del sonno negli atleti

Lo scopo del monitoraggio del sonno diventa una considerazione importante (per esempio avere un’idea generale dei modelli di sonno in una grande squadra di atleti piuttosto che testare l’efficacia degli interventi per migliorare il sonno). 

Una recensione narrativa apparsa sul Journal of Sport discute l’importanza del sonno negli gli atleti, il ruolo svolto dai tracker nella raccolta di informazioni sul sonno, l’affidabilità e la validità dei dispositivi per il sonno.

importanza del sonno negli atleti

Il lavoro citato sull’importanza del sonno negli atleti ha reso chiaro che la perdita di sonno compromette la cognizione, l’apprendimento e il consolidamento della memoria, la motivazione, lo stato dell’umore, l’immunità, il metabolismo e, soprattutto, le prestazioni atletiche.

“Tuttavia, in confronto, pochissimi studi precedenti hanno esaminato il ruolo dell’estensione del sonno e i conseguenti benefici per gli atleti. Ad esempio, studi recenti hanno mostrato miglioramenti nel tempo di sprint e nella precisione di tiro in 11 atleti di basket collegiali quando il sonno è stato esteso da 6 ore e 36 minuti durante un periodo di riferimento a 8 ore e 30 minuti in un periodo di 5-7 settimane. 

Allo stesso modo, uno studio condotto su 29 atleti di rugby d’élite ha mostrato che una durata del sonno più lunga durante la pre-stagione può migliorare la capacità aerobica e la composizione corporea nell’arco di 3 settimane”.

Leggi anche: Allenamento indoor: la cyclette

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *