Medicina

Patologia dell’occhio secco

La patologia dell’occhio secco è una condizione comune che si verifica quando le lacrime non sono in grado di fornire un’adeguata lubrificazione agli occhi.

Le lacrime possono essere inadeguate e instabili per molte ragioni.

Ad esempio, gli occhi asciutti possono verificarsi se non produci abbastanza lacrime o se produci lacrime di scarsa qualità.

Questa instabilità lacrimale porta a infiammazioni e danni alla superficie dell’occhio.

La patologia dell’occhio secco può provocare bruciore e irritazione.

patologia dell’occhio secco

La Mayo Clinic scrive in proposito: “Potresti provare secchezza oculare in determinate situazioni, come in aereo, in una stanza con aria condizionata, mentre vai in bicicletta o dopo aver guardato lo schermo di un computer per alcune ore”.

I trattamenti per la patologia dell’occhio secco possono includere cambiamenti nello stile di vita e colliri.

I segni e sintomi, che di solito colpiscono entrambi gli occhi, possono includere, così come schematizzato dalla Mayo:

  1. Una sensazione di bruciore, bruciore o graffio nei tuoi occhi
  2. Muco filante dentro o intorno agli occhi
  3. Sensibilità alla luce
  4. Arrossamento degli occhi
  5. La sensazione di avere qualcosa negli occhi
  6. Difficoltà a indossare le lenti a contatto
  7. Difficoltà con la guida notturna
  8. Occhi acquosi, che è la risposta del corpo all’irritazione degli occhi asciutti
  9. Visione offuscata o affaticamento degli occhi

La patologia dell’occhio secco non andrebbe sottovalutata, le lacrime, infatti, rappresentano una difesa per l’occhio e lo proteggono da agenti esterni di disturbo quali smog e vento.

patologia dell’occhio secco

La patologia dell’occhio secco può essere provocata anche dall’uso delle lenti a contatto,

o da specifiche patologie quali il diabete.

In genere la soluzione è la somministrazione di lacrime artificiali che riducono l’intensità dei sintomi.

Per stabilire la causa della patologia dell’occhio secco, rimane necessario rivolgersi a un medico specialista, che potrà gestire la patologia con la cura appropriata e studiando il caso specifico.

Leggi anche: Occhio Bionico: paziente recupera la vista

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *