AlimentazioneSocietà e Cultura

Esame di maturità: cosa mangiare per prepararsi al meglio

È tempo di esame di maturità per circa 536 mila studenti. Per ragazzi e ragazze è un momento molto impegnativo: aumentano le ore passate a studiare sui libri o al computer, crescono lo stress e l’ansia in vista del giorno dell’esame di maturità.

Oltre allo studio, però, c’è un altro aspetto importante da considerare per arrivare preparati all’esame di maturità: l’alimentazione. “Il cibo è il carburante per affrontare al meglio gli impegni quotidiani o eccezionali, come l’esame di maturità.

esame di maturità

Consumare pasti bilanciati che includono carboidrati, proteine e grassi, fornisce un flusso costante di energia durante la giornata”, ci spiega Valeria Galfano, dietologo nutrizionista, atleta body building e personal trainer.

sentobene gocce auricolari

Per stimolare l’energia, favorire la concentrazione e abbassare i livelli di stress, potrebbe essere utile consumare alimenti particolarmente ricchi di nutrienti importanti e sostanze benefiche per la salute.

Ne abbiamo classificati alcuni con l’ausilio della dottoressa Galfano, tra questi ad esempio le bacche di goji, ricche di antiossidanti, vitamine e proprietà antinfiammatorie, utili per migliorare la concentrazione e la memoria. I semi di chia, ricchi di fibre, proteine, acidi grassi omega-3 e antiossidanti, possono fornire una fonte di energia sostenuta e contribuire a migliorare la funzione cerebrale. Il cioccolato fondente con un alto contenuto di cacao contiene invece flavonoidi e antiossidanti che possono migliorare l’umore, ridurre lo stress e aumentare la concentrazione.

Anche l’avocado è una buona fonte di grassi sani, vitamine B e antiossidanti, che può contribuire a mantenere stabili i livelli di zucchero nel sangue, fornendo una fonte di energia a lunga durata e supportare la funzione cerebrale. I mirtilli, ricchi di antiossidanti e vitamine, possono inoltre contribuire a migliorare la memoria e avere effetti positivi sullo stress e l’umore.

esame di maturità

Diverse categorie di pesce grasso, quali il salmone, il tonno, lo sgombro e le sardine, ricchi di acidi grassi omega-3, possono ridurre l’infiammazione, migliorare la concentrazione e contribuire a ridurre lo stress. Infine gli spinaci, sono una fonte di nutrienti importanti come ferro, magnesio e vitamine del gruppo B e possono favorire la concentrazione e ridurre la fatica mentale.

Per migliorare la memoria, l’attenzione e l’apprendimento, infine, è utile praticare attività fisica regolare “combinando sia l’esercizio aerobico (come la corsa) che anaerobico (sollevamento pesi) per favorire un migliore flusso sanguigno al cervello – conclude la dottoressa Galfano – ridurre lo stress e migliorare l’umore”.

Leggi anche: Orzo e riso: quale preferire?

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *