fbpx

Ama il gatto tuo come te stesso

Il gatto e le sue fusa.

Una sensazione per l’uomo talmente benefica che è diventata oggetto di studi scientifici.

I risultati non solo debellano qualsivoglia dubbio sulle costrizioni cui bisogna far fronte nella convivenza con un animale felino, ma accertano che i benefici per l’uomo sono rilevanti, dal mal di testa alla pressione, dal benessere mentale alla vita sociale, il gatto è un vero stabilizzatore dell’umore.

sponsor salutebuongiorno

In molti conoscono come la pet therapy insegni come convivere con un animale possa lenire e diminuire efficacemente i livelli di stress e ansia, è indubbio che l’animale, in questo caso il gatto, necessiti di cure e attenzioni, ma se si riesce a stabilire un legame di profondo affetto con questi, ebbene potremmo migliorare di lunga le nostre relazioni sociali e la nostra salute.

La rivista Anthrozoös ha pubblicato una ricerca del 2015 in cui si deduceva in maniera evidente, come gli amanti dei gatti mostrino una tensione verso gli altri sensibilmente più forte e costruttiva.

In pratica, i “cat lovers” sanno porre fondamenta più solide nella costruzione di rapporti sociali aumentando, in questo modo, autostima e fiducia in sé e negli altri.

Uno studio che risale al 1991 apparso sul Journal of the Royal Society of Medicine evidenziava come la convivenza con un gatto, il campione prendeva in esame 71 adulti di cui 24 amici dei gatti, alleviasse malori comuni come mal di testa, raffreddore e mal di schiena.

Nella letteratura come nella poesia troviamo diversi riferimenti a questo felino, da Baudelaire (Le chat – Fleurs du mal) al premio Nobel Mo Yan con la sua raccolta di racconti “L’uomo che allevava i gatti”.

Instaurare una relazione con un gatto non è semplice ma, anche in casi di bambini con difficoltà di linguaggio, può essere di grande aiuto.

Siamo a conoscenza anche di storie di detenuti che, grazie al legame con un animale, riescono ad affrontare con più consapevolezza percorsi di indipendenza da sostanze e alcol.

In Italia si registra la presenza di 7,33 milioni di gatti scelti come animali d’affezione dagli italiani.

Anche i gatti, purtroppo, vivono la difficile condizione dell’abbandono da parte dei tutor, soprattutto nel periodo estivo, un triste fenomeno che riguarda soprattutto l’Italia e che si cerca di attenuare con campagne di sensibilizzazione e responsabilità verso questi cuccioli che abbiamo preso in carico.

Leggi anche: https://www.salutebuongiorno.it/2020/07/cani-e-gatti-come-migliorarne-lalimentazione/

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *