Allergia ai profumi

L’allergia ai profumi è un problema che riguarda almeno il 2% della popolazione europea, un’allergia fastidiosa che può riguardare sì i profumi ma anche prodotti per l’igiene della casa.

Secondo tipo di dermatite più diffusa, l’allergia ai profumi dopo l’allergia al nichel.

La manifestazione più comune di questo tipo di allergia è l’eczema allergico.

sponsor salutebuongiorno

Tuttavia, comparsa dei sintomi e la loro gravità risultano individuali, dipendono, cioè, sia dalla sensibilità della persona sia dalla potenza della sostanza stessa.

In genere l’allergia ai profumi si manifesta con screpolature ed eruzioni cutanee.

Un generale arrossamento è in genere la manifestazione più comune.

allergia ai profumi

L’inalazione di questi profumi provoca sintomi simili ad altre forme di allergia, starnuti e fastidio a naso e gola, irritazione degli occhi e mal di testa.

Si può avvertire anche un respiro affannoso e problemi al tratto respiratorio.

Tra le sostanze più diffuse nelle profumazioni in commercio c’è la cinnamaldeide (CA), oggetto di una ricerca pubblicata dalla rivista “Clinical and Translational Allergy”.

La conclusione dello studio rileva che le fragranze per via nasale possono portare a un’ipersensibilità specifica “e l’entità della risposta sono determinati in modo critico dal loro stato antigenico: aptene o antigene completo”.

allergia ai profumi

È importante riuscire a evitare le sostanze irritanti e l’esposizione ad esse, trattare l’eczema causato dall’allergia al profumo a collo, mani o altre superfici della pelle con lozioni per la pelle ammorbidenti, chiamate emollienti.

La crema reidratando la pelle formerà una barriera contro la sostanza irritante.

È possibile trattare anche le escoriazioni col cortisone, ma è sempre importante seguire un iter medico consigliato da un professionista.

Se il respiro, a contatto con i profumi, si fa affannoso e vediamo peggiorare l’asma, se ne soffriamo, allora tratteremo l’allergia ai profumi con specifici farmaci per l’asma.

 

Leggi anche: Intolleranze alimentari e allergie  

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *