Alimentazione

Il risveglio dipende dalla colazione

In termini cognitivi, un buon risveglio dipende dalla colazione mattutina.

La letteratura scientifico- nutrizionale è ricca di analisi e ricerche sulla centralità metabolica e nutrizionale del primo pasto della giornata.

A confermare però che un buon risveglio dipende dalla colazione è un’analisi recente apparsa sulla rivista Nature che si sofferma sulla “pressione del sonno” e l’importanza della colazione.

eCommerce Farmad

In altre parole, seguendo la generale teoria che i nutrienti che assumiamo condizionano le risposte dell’organismo, la ricerca si soffermava sulla centralità del pasto mattutino per sviluppare una sorta di allerta e vigilanza cognitiva di buona qualità, per affrontare bene la giornata.

Per questa ragione è possibile sintetizzare che il risveglio dipende dalla colazione.

risveglio dipende dalla colazione

Nel dettaglio, secondo lo studio Nature, si suggeriva come uno stato di allerta cognitiva adeguato al mattino si correlasse a una colazione che comprendesse zuccheri complessi e proteine, al contrario di un primo pasto ricco di zuccheri che coadiuvavano, invece, uno stato di sonnolenza.

Esistono altri fattori che influiscono sullo stato d’allerta mattutina: l’attività fisica, in primo luogo.

Ciò detto, è comunque importante ricordare che un buon risveglio dipende dalla colazione,

il primo pasto della giornata che rompe il digiuno notturno, che si consiglia di consumare poco dopo il risveglio e prima di iniziare le attività quotidiane, con un contenuto calorico compreso tra il 15 e il 25% del fabbisogno energetico quotidiano (30% in assenza di spuntino) e da una composizione variabile, ma tale da includere almeno due (meglio tre) gruppi di alimenti, per lo più cereali, frutta fresca e/o secca, latte e/o derivati. (Sinu)

risveglio dipende dalla colazione

Il risveglio dipende dalla colazione, perché questo pasto favorisce le prestazioni intellettuali e fisiche delle ore successive.

Una buona prima colazione aiuta a mantenere un peso corretto nel tempo e contribuisce alla salute cardiovascolare e metabolica.

L’abitudine a fare regolarmente colazione si associa a modelli alimentari più equilibrati, e contribuisce in modo significativo a soddisfare il fabbisogno quotidiano di nutrienti fondamentali, a iniziare da vitamine e minerali.

In generale, così come suggerisce un documento Sinu, le colazioni abituali di prima mattina associano, senza cadere in errore, cereali (diversi da Paese a Paese), prodotti lattiero-caseari, qualche ulteriore fonte proteica, frutta e una bevanda calda, in maggioranza contenente caffeina.

Leggi anche: Colazione cromatica tutti i colori del buon umore

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *