MedicinaVivere Meglio

Cistite e idratazione

Cistite e idratazione sono un fondamento della prevenzione di questa fastidiosa infiammazione che colpisce soprattutto le donne.

La cistite è, infatti, un’infezione del tratto urinario inferiore o, più specificamente, della vescica urinaria.

Così come riporta la Biblioteca di Medicina Americana: “Può essere ampiamente classificata come semplice o complessa.

La cistite acuta è tipicamente causata da un’infezione batterica della vescica urinaria.

La cistite complicata, d’altra parte, è associata a fattori di rischio che aumentano la virulenza dell’infezione o il potenziale fallimento della terapia antibiotica”.

Lenire i sintomi, quali soprattutto il bruciore è possibile garantendo questo binomio di cistite e idratazione.

I sintomi conclamati della patologia sono comuni, possiamo sintetizzarli nel bisogno frequente e doloroso di minzione, fastidio e bruciore alle parti intime e nei casi più gravi anche febbre e crampi addominali.

Succede a molte donne, secondo quanto riportato dalla Biblioteca di Medicina Americana, parliamo di una percentuale pari al 12% nelle donne sulla base dell’incidenza annuale riportata.

cistite e idratazione

Stabilire un rapporto tra cistite e idratazione è fondamentali ai fini divulgativi, per prevenire l’infezione e per curala in caso di insorgenza.

Allo stesso modo, tanto importante quanto la relazione tra cistite e idratazione, sono strategie di evitamento di specifici cibi e bevande, che potrebbero irritare intestino.

Oltre al nesso tra cistite e idratazione, ancora, si consiglia di indossare biancheria intima in fibre naturali.

Bere acqua, rimane – bere almeno 8 bicchieri d’acqua al giorno – il primo passo per curare l’infezione, insieme all’assunzione del succo di mirtillo, particolarmente sfiammante per la zona interessata dall’infezione.

Garantire all’organismo infiammato la giusta idratazione, significa, grazie all’azione dell’acqua, favorire l’eliminazione dei batteri alle pareti della vescica e delle vie urinarie.

I benefici dell’acqua sono riassumibili in questi tre punti fondamentali:

  1. Impedisce il moltiplicarsi dei batteri
  2. Riduce e diluisce possibili sostanze che favoriscono la proliferazione batterica
  3. Riduce il ristagno urinario

Così come si accennava, sono le donne la categoria che risulta particolarmente suscettibile a causa della vicinanza del retto al meato uretrale e della lunghezza relativamente corta dell’uretra nelle femmine.

“Circa un terzo delle donne avrà avuto un’infezione del tratto urinario all’età di 24 anni e metà all’età di 32 anni”.

 
Leggi anche: La giusta idratazione aiuta il sonno

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *