Medicina

Alopecia femminile: nuove cure

L’alopecia femminile – la perdita di capelli- è una complicazione che riguarda anche le donne seppur in percentuale minore.

L’alopecia femminile, così come discusso al 97esimo Congresso della Società Italiana di Dermatologia e Malattie Sessualmente Trasmesse (SIDeMaST) in corso a Napoli, è una patologia autoimmune; nel dettaglio, l’alopecia areata è caratterizzata dalla perdita dei capelli a chiazze o ad aree, mentre l’alopecia androgenetica, la più diffusa, consiste nella perdita prematura di capelli dovuta a problemi ormonali.

L’alopecia areata colpisce il 70% degli uomini, ma come evidenziano gli esperti, l’alopecia femminile riguarda un buon 40% di persone.

sponsor salutebuongiorno

L’alopecia femminile si manifesta con un diradamento dei capelli.

alopecia femminile

I lavori del Congresso SiDeMaSt hanno mostrato come nuove tecniche diagnostiche quali la videodermatoscopia e la microscopia confocale permettano una diagnosi specifica del cuoio capelluto e possano così fornire una terapia adeguata.

Altri modi per contrastare la perdita dei capelli sono dati dalla medicina rigenerativa per ridurre la caduta stimolando il follicolo del capello.

L’alopecia femminile rappresenta una fonte di estremo disagio e un tabù sociale, come ha spiegato la Prof.ssa Bianca Maria Piraccini, Direttrice dell’Unità Complessa Dermatologia – Alma Mater Studiorum – Università di Bologna e responsabile scientifico del Corso SIDeMaST “Terapie innovative in tricologia, “in tale patologia si associano sia alterazioni immunitarie sia, nel 75% dei pazienti, dei gravi disturbi psicologici”.

Oggi sono molte le donne che soffrono di alopecia, soltanto in Italia sono circa 4 milioni, ovvero il 13% della popolazione femminile. Questo porta ad un forte disagio psicologico e l’alopecia sta diventando sempre più un problema per le donne”.

alopecia femminile

Il motivo, come spiegano gli esperti, è la presenza di ormoni androgeni e lo squilibrio ormonale tra estrogeni e androgeni.

La dottoressa Mariateresa Cantelli, ricercatrice e responsabile di tricologia dell’Università Federico II di Napoli, ribadisce come l’alopecia femminile “può essere curata e contrastata con una terapia ad hoc.

Esistono poi diverse tecniche innovative che possono stimolare i capelli in accompagnamento alle terapie sistemiche e supportare l’attivazione del follicolo pilo-sebaceo e la ricrescita dei capelli”.

Leggi anche: Shampoo solido una scelta eco

Shampoo solido una scelta eco

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *