fbpx

Biancospino la pianta che cura cuore e insonnia

Biancospino o Crataegus Oxyacantha rientra nella famiglia delle piante Rosaceae.

Cresce in Europa, Nord Africa, Nord America e Asia occidentale.

Nota per le sue proprietà medicinali, deve il suo nome botanico all’antica Grecia dalla cui cultura l’etimologia kratos -forza, oxys -acuminata- e akantha -spina.

sanywell

Pianta sacra, era utilizzata per abbellire gli altari durante i matrimoni.

A metà Ottocento due studiosi americani, Yennigs e Clemnt, dimostrarono l’importante attività dei fiori del Biancospino nelle problematiche cardiache e nervose, aprendo la strada al Biancospino come rimedio per la pressione arteriosa.

Leclerc riconobbe, negli anni venti, la proprietà del Biancospino in caso di funzione renale compromessa.

Schimbert, infine, ne testò la capacità di agire sulla pressione negli ipertesi, ma anche di alzarla in caso di ipotensione.

Gli effetti della pianta sull’organismo, la sua farmacocinetica  appunto, sono benefici soprattutto per cuore e stato d’insonnia.

In particolare, la quercetina agisce come cardioprotettrice e cardiotonica, come anche la vitexina e apigenina, che fungono da sedativo e ansiolitico, favorendo la dilatazione delle arterie, la circolazione e l’irrorazione sanguigna dei tessuti.

Biancospino, allora, come ottimo vasodilatatore, cardiotonico, ansiolitico, capace di riequilibrare la pressione arteriosa ristabilendone i parametri.

Cura anche palpitazioni, dispnea, dolore toracico e vampate congestizie.

Ottimo, inoltre, per rilassare i muscoli, nel dettaglio, aiuta a prevenire i crampi notturni.

Sono i fiori a contenere le concentrazioni dei principi attivi del Biancospino, che possiamo utilizzare come infuso.

Gli estratti di Biancospino sono presenti anche nella cosmesi, vengono usati per la preparazione di creme per la pelle grassa o acneica.

Potrebbe anche interessarti: https://www.salutebuongiorno.it/2020/02/succo-di-aloe-vera-il-drink-detox-dalle-proprieta-medicinali/

 

 

 

 

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *