fbpx

Salute mentale post lockdown. Un’emergenza?

Lo stato di salute mentale generale presenta, nel periodo postumo al lockdown, una situazione difficile.

Con l’aumento di sindromi quali depressione, ansia e stress post-traumatico, si pone, per l’Italia una questione spinosa, ma i dati sono chiari.

La rivista The Canadian Journal of Psychiatry pubblica una ricerca che mostra come il 69% degli italiani presenti sintomi legati a stati d’ ansia, il 31% di depressione, mentre il 20% sintomi da stress post-traumatico.

sponsor salutebuongiorno

Questi sintomi si riscontrano in primo luogo tra operatori sanitari, medici e infermieri che hanno prestato servizio nei reparti Covid.

L’estate, con una serie di conflitti in bilico tra ritrovato spazio d’azione e paura di una nuova ondata di contagio, non ha appianato la situazione psicologica degli italiani.

Gli effetti delle misure anti Covid in Italia, Spagna e Uk, tra cui essenzialmente il distanziamento sociale, sono stati oggetto di una ricerca che è stata condotta da Open Evidence, spin-off della Universitat Oberta de Catalunya (UOC), in collaborazione con BDI-Schlesinger Group e con ricercatori di varie università (Università degli Studi di Milano, UOC, Universidad Nacional de Colombia, Università degli studi di Trento, Glasgow University).

Un campione di 1000 soggetti, di età compresa tra i 18 e i 75 anni, ha risposto ad alcune domande sul loro stato d’animo, condizione economica e agenti stressanti.

Le domande erano atte a constatare lo stato comunicativo dei soggetti e analizzare i loro timori.

La stima generale ci dice che in Italia la salute mentale corre un rischio del 41% contro il 46% in Spagna e il 42% nel Regno Unito.

Uno stress che in Italia, nonostante il contagio maggiore sia avvenuto nella zona settentrionale, rischia di colpire maggiormente il Sud e il Centro, causa: la vulnerabilità economica.

Questa situazione generale di fragilità di un Paese, può dischiudere nuove riflessioni sull’efficienza dei servizi psichiatrici e sulla loro determinante importanza, affinché sia possibile accedere a nuovi servizi per chi ha visto insorgere psicopatologie rilevanti.

Leggi anche: https://www.salutebuongiorno.it/2020/08/tristezza-giovanile-e-sintomi-depressivi-negli-adolescenti/

 

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *