Combattere il fegato grasso: consigli

La steatosi epatica, quel che chiamiamo comunemente fegato grasso, è un problema di salute che riguarda un buon 25% della popolazione generale, per cui combattere il fegato grasso rientra allora, nelle priorità delle campagne mediche di sensibilizzazione, per attivare percorsi di cura adeguati e una giusta prevenzione.

In un articolo del Dipartimento di Roma dell’Università “La Sapienza”, presente nella rivista della National Library of Medicine, si scrive:

Non-Alcoholic Fatty Liver Disease (NAFLD) è considerata la manifestazione epatica della patologia metabolica, e consiste in uno spettro di patologie epatiche che comprendono l’accumulo epatico di lipidi in più del 5% degli epatociti (steatosi), l’infiammazione epatica (steatoepatite), la fibrosi, la cirrosi e lo sviluppo di epatocarcinoma, in assenza di consumo alcolico maggiore o uguale a 20 g nelle donne e 30 g negli uomini, e di altre cause secondarie”.

eCommerce Farmad

È stato stimato che fino al 75% dei soggetti diabetici possa presentare NAFLD, e tale prevalenza aumenta ulteriormente nei pazienti obesi.

combattere il fegato grasso

Fegato grasso che si associa a una maggiore incidenza di patologie cardiovascolari, con cui condivide molti fattori di rischio metabolici.

È stato infatti osservato che i pazienti con NAFLD presentano disfunzione endoteliale, aumento della rigidità delle pareti delle arterie e aumento dello spessore dell’intima-media carotidea, parametri riconosciuti come marker di patologia cardiovascolare.

Ma come combattere il fegato grasso?

Combattere il fegato grasso deve rappresentare una priorità per un organo che svolge funzioni essenziali ogni giorno.

Così come in altre parti del corpo, il grasso può accumularsi nel fegato. 

È normale avere del grasso nelle cellule del fegato, ma troppo può interferire con il normale suo funzionamento.

Il fegato funge da filtro per rimuovere le tossine dal sangue.

Aiuta a digerire il cibo.

 Ancora aiuta a mantenere costante la glicemia, tra le altre attività.

Combattere il fegato grasso equivale a prendersene cura.

Il consumo eccessivo di alcol può causare la steatosi epatica. 

combattere il fegato grasso

In questo caso è chiamato malattia del fegato grasso associata all’alcol.

L’alcol viene metabolizzato nel fegato. E se ne bevi quantità elevate, fondamentalmente agisce come una tossina”, spiega la dott.ssa Laura Nagy, che studia gli effetti dell’alcol sul fegato presso la Cleveland Clinic.

Il fegato ha la capacità di ripararsi.

Ecco perché è importante trovare la steatosi epatica in una fase iniziale.

Un trattamento più efficace per il fegato grasso comporta un cambiamento nello stile di vita. 

Tra i consigli utili per combattere il fegato grasso c’è la perdita di peso.

“Ma la perdita di peso deve essere piuttosto significativa”, afferma Loomba

Devi perdere circa il 7% del tuo peso corporeo per risolvere la NASH. 

Dovrai perdere almeno il 10% per ridurre la fibrosi o le cicatrici”.

Anche una migliore alimentazione può aiutare. 

combattere il fegato grasso

“Cerca di evitare l’aumento di peso e aumenta il tuo esercizio.

E limita il consumo di alcol.

L’alcol può avere effetti dannosi sulle malattie del fegato.

Potresti anche considerare di lavare frutta e verdura prima di mangiare.

 Questo può ridurre l’esposizione ai pesticidi”.

“Gli studi hanno dimostrato che la vitamina E e i farmaci per il diabete che causano anche la perdita di peso possono aiutare i pazienti con NASH”.

Per combattere il fegato grasso è importante ridurre l’introito di zuccheri nell’organismo, quindi, ridurre dolci ma anche carboidrati.

 

Leggi anche: Obesità il problema della società disuguale

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *