AlimentazioneMedicina

Insufficienza renale: azione preventiva della frutta

L’insufficienza renale è una condizione dovuta a un cattivo funzionamento dei reni.

Organi deputati alla regolazione dell’acqua e alla depurazione dei Sali contenuti nell’organismo, se questi non funzionano come dovrebbero, accade che i prodotti di scarto del metabolismo tendano ad accumularsi nel sangue provocando uno stato di squilibrio e intossicando l’organismo.

I reni ancora, contribuiscono anche ad altre importanti funzioni quali il controllo della pressione arteriosa, la formazione del sangue (ematopoiesi) e il metabolismo osseo.

sponsor salutebuongiorno

insufficienza renale

Tra le patologie più diffuse, l’insufficienza renale, stando ai risultati di una ricerca pubblicata dal Journal of Renal Nutrition, potrebbe essere scongiurata da un buon consumo di frutta.

Consumare più frutta, infatti, aiuterebbe la salute dei nostri reni prevenendo questa patologia.

Lo studio è stato condotto dalla University of Virginia School of Medicine, e si è occupato di analizzare dati su modelli alimentari in un arco di tempo compreso tra il 1988 e il 2018.

L’insufficienza renale, così come riportato dai risultati ottenuti dalla ricerca, sopraggiungeva maggiormente in chi seguiva modelli alimentari carenti di frutta.

insufficienza renale

Nel dettaglio, il 53% dei partecipanti al campione d’indagine risultava affetto da insufficienza renale e seguiva un regime alimentare con scarsi quantitativi di frutta.

La metà del campione, invece, risultava sano e assumeva buone porzioni giornaliere di frutta.

Porzioni abbondanti di frutta, quindi, sarebbero in grado di prevenire l’insufficienza renale.

insufficienza renale

Una dieta ricca di vegetali, in linea generale, rappresenta un regime ideale per chi soffre di una malattia renale cronica.

Bisognerebbe, infatti, regolare l’introito di proteine animali per regolare la funzionalità renale e prevenire patologie come l’insufficienza renale.

Leggi anche: Frutta esotica? Anche Made in Italy

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *