Specchio in ascensore: non solo design

Trovare uno specchio in ascensore può rappresentare un elemento standard di design.

Tuttavia lo specchio in ascensore funziona come regolatore d’ansia e svolge diverse funzioni in aiuto di un tipo di diffuso disagio verso gli spazi chiusi.

Il libro “Mirror Meditation” spariglia un po’ le carte sull’uso dello specchio in linea generale, e nel dettaglio affronta anche la gestione dell’ansia in spazi chiusi e del perché troviamo uno specchio in ascensore.

L’ascensore in quanto spazio ristretto dalla quantità d’ossigeno limitata può essere fonte di una crisi claustrofobica.

In questo caso l’atto dello specchiarsi diminuisce la sensazione di reclusione e ti aiuta a percepire lo spazio meno affollato e meno opprimente.

specchio in ascensore

In un articolo apparso sulla rivista Psychology Today si scrive: “Lo specchio in ascensore ti permette di vedere cosa fanno gli altri. Ad esempio, puoi vedere le espressioni facciali dei tuoi compagni di viaggio e cosa stanno facendo le loro mani.

Di conseguenza, gli specchi possono scoraggiare il furto o il contatto indesiderato.

I punti di osservazione extra di uno specchio possono anche aumentare la manovrabilità, ad esempio se sei su una sedia a rotelle o trasporti un oggetto ingombrante. 

Quindi, gli specchi possono prevenire gli incidenti”.

specchio in ascensore

Lo specchio in ascensore è anche una questione di sicurezza, allora.

Non solo, il tempo rallenta in ascensore e questo oggetto spinge la persona a specchiarsi, distrarsi, piuttosto che fissare il pavimento.

Questi non sono altro che piccoli  suggerimenti che spiegano la presenza di uno specchio in ascensore, tuttavia, pare che lo specchio, esclusi atteggiamenti ossessivi verso la propria immagine, risulti una strategia di facile attuazione per gestire l’ansia, aumentare l’accettazione di sé, acquisire sicurezza e semplicemente divertirsi guardando la propria immagine invece di criticarla.

Leggi anche: La percezione del corpo migliora con odori e suoni

Condividi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *